lunedì 16 settembre 2019

Review Party: Recensione di “Il segreto dei Chimneys" di Agatha Christie



« Sembrava un gestore di osteria, il tipo di uomo che pare uscito da un libro. Nonostante tutto, un tipo interessante. A pensarci bene, è il motivo per cui si viaggia all’estero: vedere tutte le cose inusuali che si leggono nei libri. »


La località di Chimneys è una dei più antiche e regali residenze signorili inglesi, famosa per essere luogo di trattative politiche che coinvolgono diplomatici da ogni dove. Se coloro che popolano questo luogo sono abituati ad un certo tipo di clima, non possono per nulla prevedere ciò che può scatenare un omicidio all'interno delle mura del castello. Il misterioso conte Stanislaus giace ora privo di vita, senza possibilità di difendersi o di parlare di sé, dei motivi che l'hanno condotto fino a lì, fino al suo aguzzino. L'ispettore Battle di Scotland Yard viene quindi chiamato a risolvere il caso, con discrezione e velocità, per far cessare lo scandalo che rischia di abbattersi su Chimneys.
Ma sarà così semplice portare a termine il lavoro, così da soddisfare le esigenze di coloro che l'hanno chiamato?


“Il segreto dei Chimneys" di Agatha Christie è una delle opere forse meno note della prolifica scrittrice, ma che comunque sa intrattenere il lettore grazie allo stile scorrevole e semplice che da sempre caratterizza la regina dei gialli. Anche i protagonisti, nonostante non siano conosciuti come altri presenti in altrettante opere note, sanno il fatto proprio e si inseriscono nella vicenda con naturalezza e intelligenza. Nel complesso non è affatto da meno rispetto a "Dieci piccoli indiani" o "Assassinio sull'Orient Express": nonostante non sia tra i capolavori del genere, è un modo diverso ma interessante per approcciarsi ad Agatha Christie, senza dover avere a che fare con personaggi di un certo spessore quali Miss Marple e Poirot. "Il segreto dei Chimneys" è un romanzo a sé stante, in cui si entra a contatto con altri personaggi che si fanno scoprire pagina dopo pagina, ma che dopo la risoluzione del caso sono pronti a lasciar andare il lettore verso nuove avventure. Se un neofita volesse approcciarsi alla Christie senza passare inizialmente dalle serie più famose, questo libro può essere un ottimo spunto di lettura.

0 commenti:

Posta un commento

I commenti sono energia positiva per il blog.

Se hai letto questo articolo e ti va di dirmi la tua opinione, scrivila qui sotto e mi aiuterai a crescere!

Regolamento (circa): La buona educazione è tassativa, nei miei confronti e in quella degli altri lettori. Potete scrivere liberamente la vostra opinione, ma senza sfociare in argomentazioni becere e indecorose.
Rispettate questa semplice norma di buon senso e saremo tutti amici!

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...