martedì 13 marzo 2018

Blog Tour: Recensione di "Far Cry Absolution" di Urban Waite



« "A volte sentiamo delle cose", le raccontò il ragazzo. "Litanie, canti. Sentiamo le voci nel bosco e vediamo i fuochi. Alcuni sono credenti, altri meno. E per loro è più dura. Pensavano di essere accolti in una comunità governata dalla misericordia divina, invece si ritrovano sottomessi a un manipolo di peccatori senza coscienza. La parola del Padre non c’entra niente con Dio. Serve solo a renderli schiavi." »

Hope County è un paese apparentemente tranquillo. Ma chi si è da tempo insediato, sa che è il Padre ad essere il capo indiscusso del posto: un uomo fuori dal comune, che fondando Eden's Gate ha creato un culto esclusivo, in cui tutti possono sentirsi una grande famiglia; in cui, tutti i problemi possono essere risolti. Mary May, però, vede in lui il responsabile della morte dei genitori e dell'ossessione che il fratello Drew ha per tutto ciò che quell'uomo dice. Nel tentativo di riportarlo indietro, la donna è costretta a scappare, per sfuggire alle grinfie della famiglia Seed che farà di tutto per portarla nella comunità e "accoglierla" come un degno membro. Per questo, viene assoldato il guardacaccia William Boyd, da anni debitore della setta e pronto ad eseguire gli ordini. Deve molto a Joseph Seed, per avergli alleviato i tormenti dell'animo. Eppure, quando incontrerà Mary, inizierà a mettere di nuovo in discussione tutto, cercando di capire cosa davvero sia giusto fare. Dove lo porterà questa scelta?

"Far Cry Absolution" si focalizza su due punti di vista contrapposti, ma che analizzano con precisione la medesima situazione sociale. Mary May combatte contro Eden's Gate per delle ragioni personali. Non perde di vista i propri obiettivi, nonostante le numerose intimidazioni fatele. Questo è ciò su cui si basa il culto: la paura. Ed è così che William Boyd è stato intrappolato, con la convinzione che solo così potesse redimersi dagli errori del passato.

Per questo il libro, prima ancora di essere considerato il prequel di un videogioco, narra la drammatica storia di una forte debolezza interiore, quella che disorienta e fa cadere chi soffre in una spirale da cui apparentemente non ci si può rialzare. Nella scarsa lucidità, esistono persone spietate, che afferrano i sentimenti degli altri e ci giocano, abbindolando e sottomettendo al proprio volere. Entrare a far parte di una setta è una salvezza fasulla, che si trasforma presto in condanna e, quando ci si rende conto di questo, è ormai tardi. Mary May rappresenta la forza per poterne uscire, ma solo al fianco di Will, che ha imparato a conoscere il culto, può davvero vincere.
Urban Waite è riuscito a creare una storia d'azione adrenalinica, senza però far passare in secondo piano i sentimenti: sono loro il vero moto della vicenda.

Non è obbligatorio leggere il libro prima di giocare a Far Cry 5, ma di certo gli appassionati non possono perdersi questa chicca, che è in grado di catapultare con facilità nella giusta atmosfera. Viene naturale volerne sapere di più, tornare in Montana e seguire ancora una volta le vicende che legano tutti i personaggi.
L'occasione perfetta anche per approcciarsi per la prima volta a questa saga videoludica, che ancora dopo anni sa come farsi apprezzare.



0 commenti:

Posta un commento

I commenti sono energia positiva per il blog.

Se hai letto questo articolo e ti va di dirmi la tua opinione, scrivila qui sotto e mi aiuterai a crescere!

Regolamento (circa): La buona educazione è tassativa, nei miei confronti e in quella degli altri lettori. Potete scrivere liberamente la vostra opinione, ma senza sfociare in argomentazioni becere e indecorose.
Rispettate questa semplice norma di buon senso e saremo tutti amici!

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...